Benvenuto sul sito della Compagnia della Stampa
Telefono +39 030 7090600
Close
Enrico Mirani

Il Giovedì grasso (Brescia agli inizi del Novecento)

e altre storie bresciane

15.00

Categorie: , ,
Collana: Nel cassetto della memoria nr. 8
Introduzione: Enrico Mirani
Fotografie: Foto Archivio Mirani
Formato: 165x240x11 mm - pp. 144 - illustrato colori - copertina con alette lunghe plastificazione opaca
Edizione: 2007
ISBN: 978-88-8486-293-8
Product ID: 2288

Descrizione

Fantastica la vita reale, quell’insieme di gesti, scelte, sentimenti, emozioni, incontri, discorsi che segnano la nostra giornata. Si dice spesso che nello stupirci la realtà supera la fantasia. È proprio così. Basta voler guardare nella vita degli uomini e delle donne con curiosità: per conoscere le ragioni profonde che li muovono, non certo per frivolo pettegolezzo. Guardare gli altri senza giudicare (troppo), armati di carità o di pietas.
Gli esseri umani di ogni epoca si assomigliano. Stessi istinti, uguali pulsioni. Diversi sono i contesti, i palchi su cui si esibiscono. Una straordinaria vetrina del… bestiario (e della grandezza) umana sono i giornali. Vale a dire la cronaca dei fatti quotidiani. Con la curiosità di cui dicevamo, con la passione e il metodo del giornalista, ho spulciato i giornali bresciani di un secolo fa – dalla fine dell’Ottocento ai primi anni Venti del Novecento – alla ricerca di storie da raccontare. La Provincia di Brescia, La Sentinella Bresciana e Il Cittadino di Brescia non mi hanno davvero deluso. Ecco, allora, questo libro.
Gli episodi – alcuni sono brevi siparietti – sono tutti veri. L’autore ha usato la fantasia per intrecciare le vicende (e renderle quindi materia narrativa), rispettando luoghi, circostanze, date. Un campionario di tipi coraggiosi, strampalati, generosi, balordi, furfanti, poveri cristi…
Non c’è una morale, non c’è un messaggio. Ognuno legga le storie per quello che sono: pezzi di biografie. Di un secolo fa, buone anche oggi.