Benvenuto sul sito della Compagnia della Stampa
Telefono +39 030 7090600
Close
Angelo Vezzoli

La siepe dei gigli selvatici

Romanzo

8.00

Categoria:
Prefazione: Elena Alberti Nulli
Formato: 118x165x10 mm - pp. 124 - copertina semirigida con alette lunghe su Modigliani
Edizione: 1999
Product ID: 1756

Descrizione

La campagna lombarda e l’allegria del fiume, l’aria di neve sopra le montagne e gli squillanti girasoli della terra umbra si fondono in una narrazione singolare che recupera il senso fantastico del romanzo entro una cornice familiare e quotidiana.
L’Autore tesse le sue tele con assoluta semplicità, in una intensa rappresentazione dello stupore, della felicità e del dolore dell’uomo: una riflessione tranquilla che coglie e racconta, sottovoce, le commozioni della vita.
Vezzoli sa creare con le parole un autentico prodigio di fede e di tenerezza.
Dalle pagine di questo breve e dolcissimo libro si sprigiona una specie di incantamento tra prosa e poesia dove anche il dolore, la malattia e la paura diventano episodi di una corsa battuta dal vento, verso l’abbraccio infinito di Dio.
I cespugli fioriti di gigli, confine tra la terra e il cielo, sono i testimoni gentili di un amore importante, splendido e innocente, un amore che non finisce mai.
Chi ha la grazia di incontrarlo deve guardarlo con gli occhi socchiusi come si fa quando si guarda il sole.