Benvenuto sul sito della Compagnia della Stampa
Telefono +39 030 7090600
Close
Giovanni Quaresmini

La Rondinella del Garda

12.00

Categoria:
Illustrazioni: Simo Nygren
Formato: 150x210x9 mm - pp.112 -illustrato colori - copertina semirigida con alette lunghe plastificazione opaca
Edizione: 2015
ISBN: 978-88-8486-678-3
Product ID: 3095

Descrizione

Spesso la realtà sembra camminare a fianco della fantasia e, a volte, addirittura superarla.
È il caso di questo racconto che pare una favola, ma non lo è, pur sembrando tale. Infatti, l’autore si è ispirato a vicende, in parte, realmente accadute che hanno avuto per protagonista una rondinella, tanto “bizzarra” da diventare amica di un pittore che l’ha soccorsa quando è caduta dal nido. L’artista, di origine finlandese, che vive tra le cromie dell’arcobaleno, possiede un cuore da bambino e, proprio per questo, riesce a percepire gli avvenimenti in una dimensione creaturale.

…Simo e Azzurra avevano vissuto un’avventura speciale, di quelle che segnano in profondità l’interiorità e che permettono di vedere il mondo con occhi diversi. Chi altro potrebbe dire di aver vissuto un’esperienza del genere? Entrambi avevano capito che le barriere tra gli esseri viventi sono quelle che noi stessi costruiamo o inventiamo e che l’autentica libertà è il superamento dei pregiudizi e delle paure che ci rendono prigionieri del nostro modo di vedere, isolandoci senza rendercene conto.
Il rapporto con gli altri esseri viventi, invece, è essenziale perché noi siamo debitori agli altri di tutto ciò che abbiamo, di quello che siamo, a cominciare dalla nostra stessa esistenza, della quale dobbiamo essere grati ai nostri genitori. La vera energia vitale è costituita dalla capacità di avere attenzione per gli altri e per i loro sentimenti, anche se, spesso, ce ne dimentichiamo.
Simo e la rondinella, guardando oltre la limitata apparenza delle ovvietà, erano riusciti a dare vita a una relazione nella pienezza dell’autenticità. Entrambi avevano sperimentato come ogni incontro fosse irripetibile e non si replicasse mai più per tutta la vita perché, nello scorrere infinito del tempo, ogni istante è unico. E così l’avevano vissuto al meglio. Il volteggiare del petalo di un fiore che cade, come ogni più piccola azione, sono senza eguali, come l’amicizia, quando è vera e sincera, come l’amore che permette di vedere l’altro con gli occhi della divinità, persistendo oltre il tempo.