Benvenuto sul sito della Compagnia della Stampa
Telefono +39 030 7090600
Close
Cesare Bertulli - Vittorio Paloschi

La strada: comunicare per vivere

Orzi on tha road

Categoria:
Prefazione: Michele Scalvenzi
Formato: 150x210x6 mm - pp.64 - copertina semirigida con alette plastificazione opaca
Edizione: 2014
ISBN: 978-88-8486-584-7
Product ID: 2906

Descrizione

Il presente lavoro elabora e sintetizza le domande, le osservazioni, le critiche e i suggerimenti che abbiamo ricevuto durante vari percorsi formativi di educazione stradale nelle scuole, in particolare quelle superiori, che ci hanno permesso di entrare in contatto con studenti neopatentati.
In questi incontri è stato analizzato, senza pretesa di completezza, l’incidente stradale, causa del triste e sempre attuale fenomeno delle morti sulle strade, sotto diversi aspetti: medico – illustrando i rischi che si corrono in caso di abuso di sostanze e i loro effetti in caso di guida di autoveicoli –, giuridico, statistico e sociologico con particolare riferimento alla descrizione delle conseguenze psico-emotive subite dalle vittime indirette della strada, i famigliari e chi comunica loro il decesso.
Tale compito, che viene spesso affidato agli operatori di Polizia Locale, costituisce un’esperienza molto intensa sia a livello psicologico che professionale, in quanto si confronta con la morte, le lacrime, le esperienze di dolore, di lutto di chi ha perso un affetto sulla strada, ma
soprattutto con le proprie capacità di contenimento emotivo.
Riteniamo che la stesura del libro, senza alcuna pretesa letteraria, nella sua brevità, sia stata concepita con un linguaggio facilmente accessibile a chiunque. Un breve cenno, solo di sfuggita, è stato altresì dato alla deleteria correlazione tra le sostanze e piaghe sociali quali bullismo, gioco d’azzardo e stalking. Nel dettaglio sono stati trattati i costi economici e sociali derivanti dall’invalidità e dal decesso e l’importanza del ruolo della famiglia e della scuola, le quali hanno il dovere di educare i ragazzi, non solo nella vita ma anche sulla strada, affinché cessi il fenomeno delle stragi del sabato sera. Infine si è parlato del delicato rapporto, troppo spesso trascurato, che si instaura tra i famigliari della vittima della strada e la persona che ha provocato l’incidente.