Benvenuto sul sito della Compagnia della Stampa
Telefono +39 030 7090600
Close
Lino Cominotti

La civiltà contadina alle soglie del 2000

Mostra degli attrezzi agricoli antichi e delle suppellettili casalinghe
e
Modi di dire del passato
in DIALETTO

13.00

Esaurito

Categorie: , ,
Presentazione: Francesco Ferrari
Prefazione: Domenico Battaglia
Premessa: i Giovani Coltivatori Diretti del Club 3P di Orzinuovi
Fotografie: Gianangelo Monchieri
Formato: 178x245x9 mm - pp. 104 - illustrato b/n - copertina con alette su cartoncino plastificazione lucida
Edizione: 1998
ISBN: 88-8486-134-9
Product ID: 1746

Abstract

Omaggio alla civiltà contadina di un tempo, oggi rappresentato da strumenti che a molti appaiono fuori dal tempo.
Strumenti per il lavoro dell’uomo, con i quali intere generazioni di uomini si sono formati ed hanno lavorato la terra.
Potrebbere essere un viaggio all’indietro per dire come quel tempo ci appartiene e ci è caro. Ogni pezzo qui esposto ha una sua storia. Non è escluso che in alcuni casi sia storia amara. Agli occhi di molti è ancora attuale la scena di certi “san Martini”: sul carro le poche masserizie, i pochi strumenti di lavoro e via per altra, spesso ignota, destinazione.
La civiltà contadina, però, è ben al di là degli strumenti rudimentali. Si è evoluta fino al punto di diventare essa stessa cultura, cioè espressione tipica dell’uomo e della gente dei campi.
La fatica ha maturato una coscienza contadina: attaccata ai valori, alla terra, all’evolversi delle stagioni; ma anche presente laddove la società reclamava le novità. Luci e ombre, quindi, della vita contadina, esaltate ed esecrate dalla grande saggezza popolare condensata nei bellissimi detti dialettali così intelligentemente commentati nel presente libro.