Benvenuto sul sito della Compagnia della Stampa
Chiama ora +39 030 7090600
A cura di: Giovanni Quaresmini

Ambiente, tracce di una comunità

L’educazione ambientale nella scuola bresciana

20.00

Categorie: ,
Collana: L'educazione ambientale nella scuola bresciana
Prefazione: Giovanni Quaresmini
Introduzione: Giuseppe Colosio
Premessa: Piero Maffeis - Pierluigi Malavasi - Paola Vilardi - Rosangela Comini - Giampaolo Mantelli
Formato: 213x216x14 mm - pp. 180 - illustrato b/n - copertina plastificazione opaca
Edizione: 2009
ISBN: 978-88-8486-354-6
Product ID: 2434

Descrizione

“Ambiente, tracce di una comunità” è il titolo di questo XII Convegno nel rinnovato impegno di una scuola bresciana che si alimenta del rapporto col proprio territorio e che intesse un dialogo con la propria comunità.
In un orizzonte educativo, l’ambiente diviene allo stesso tempo strumento di conoscenza e finalità di preservazione, tutela e valorizzazione, mezzo e fine, segno e traccia per una scuola e una comunità che vogliono essere consapevoli di limiti e potenzialità che si intessono e che rimandano alla centralità della persona.
Si tratta, quindi, di un tema stimolante che induce a molteplici riflessioni e che consente sia l’accoglienza condivisa delle numerose esperienze didattiche che l’approfondimento di domande di senso fondamentali, che ci interpellano in un’attesa di speranza.
Ogni azione umana ha una conseguenza diretta, anche se non immediatamente percepibile, sull’ambiente e sulla possibilità delle generazioni future di continuare ad utilizzare le risorse naturali. La sopravvivenza di tutte le specie viventi dipende dalla capacità di ottenere un punto di equilibrio tra il raggiungimento di un benessere globale e la salvaguardia dell’ecosistema terrestre. Il concetto di sviluppo sostenibile è coessenziale a quello di comunità, racchiude un mondo complesso e affascinante che comprende ed esplora le dinamiche dello sviluppo, la produzione e il consumo di beni, l’equità della crescita sociale e l’adozione comune di comportamenti consapevoli. In poche parole si delinea sempre più quello che si può definire “uno stare al mondo con e per l’uomo insieme all’ambiente” in un rapporto unico e inscindibile in una prospettiva che ci supera.
Il Convegno rappresenta una sollecitazione che la scuola rivolge a se stessa attraverso la riflessione e l’approfondimento delle iniziative didattiche intraprese in un reciproco scambio di esperienze su un piano di parità, nella prospettiva di un rafforzamento dell’autonomia didattica, organizzativa, di ricerca e di sperimentazione di ogni istituzione scolastica.