Benvenuto sul sito della Compagnia della Stampa
Free Call +39 030 7090600
Paolo Zanoni, Silvio Lamponi, Giuseppe Riccardi

Dalla prima alla quinta

Storia delle scuole elementari di Villachiara, Villagana, Bompensiero e Martinenghe

Categoria:
Formato: 177x247x29 mm - pp. 416 - illustrato - copertina rigida cartonata plastificazione lucida
Edizione: 2011
ISBN: 978-88-8486-474-1
Product ID: 2217

Descrizione

“Dalla Prima alla Quinta” vuol indicare il lungo e faticoso cammino intrapreso, nel corso di due secoli, dalle autorità statali e dalle diverse amministrazioni comunali di Villachiara, per conseguire l’importante obbiettivo di dotare anche il nostro piccolo paese di una scuola pubblica di base dignitosa e garantita a tutti.
Noi oggi siamo abituati a considerare come un fatto scontato che la scuola primaria sia composta da un ciclo di cinque anni di istruzione e ci meravigliamo quando sentiamo raccontare dai nostri parenti più anziani che loro hanno frequentato la scuola fino alla terza o alla quarta classe. Non era un demerito ad essi attribuibile; era piuttosto una carenza ed un ritardo del sistema politico e scolastico dell’epoca.
In effetti a Villachiara l’istituzione della quinta classe è una conquista abbastanza recente: essa risale all’anno scolastico 1935-1936 nel capoluogo; ancor più tardi avviene a Villagana (1944) e a Bompensiero (1947). Agli inizi dell’Ottocento la scuola era ancora riservata ai soli maschi. Nel Regno Lombardo-Veneto fu per merito del governo austriaco che, nei primi anni del periodo della Restaurazione, fu istituita l‘apertura delle scuole femminili. A Villachiara in quegli anni la scuola elementare “minore” (così era chiamata la scuola dei paesi rurali) durava solo due anni.
Con l’Unità d’Italia la scuola di base fu resa pubblica e obbligatoria in tutto il Regno. Nel Comune di Villachiara per anni, per ristrettezze economiche, l’istruzione primaria si fermava ancora al primo biennio. Bisognerà aspettare ancora qualche decennio per la realizzazione della terza classe e poi nel Novecento anche della quarta.
Come si può constatare l’istituzione a tappe della scuola elementare è stato un percorso graduale e travagliato, fatto di attese e speranze, luci ed ombre, promesse e rinvii, leggi e ordinamenti senza le necessarie risorse finanziarie, ardori rivoluzionari, convinzioni democratiche, misure autoritarie e repressive, difficoltà economiche, eventi storici tumultuosi quali l’Unità d’Italia e le guerre, uomini lungimiranti ed insegnanti ammirevoli, alunni e gente povera.
Questo lungo cammino trova il suo degno ed esaustivo compimento con la promulgazione della Costituzione Italiana, alla fine del 1947, che all’articolo 34 garantisce che: “La scuola è aperta a tutti. L’istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita”.
Spetta a noi oggi saper valorizzare al meglio questo bagaglio educativo e culturale che le generazioni precedenti ci hanno trasmesso, cogliendo tutte le opportunità possibili per migliorare la qualità della nostra scuola, al passo coi tempi, in un modo sempre più globalizzato.
Il volume “Dalla Prima alla Quinta” si compone di cinque diverse parti.
La prima ricostruisce la storia delle scuole istituite a Villachiara, Villagana, Bompensiero e Martinenghe, dagli inizi dell’Ottocento alla fine del Novecento, attraverso i documenti reperiti principalmente nell’archivio storico del Comune di Villachiara ed in quello della Parrocchia: le prime scuole elementari “minori”, le scuole comunali, le scuole rurali, la scuola serale, la scuola popolare femminile, le scuole elementari, la scuola primaria a tempo pieno ed infine la sezione staccata della scuola media.
La seconda cerca di delineare un quadro pedagogico e didattico delle scuole elementari di Villachiara e delle frazioni, dagli inizi degli anni Trenta fino ai primi anni Sessanta del secolo scorso, mediante lo studio delle relazioni che i maestri di quei decenni avevano scritto sui registri di classe.
La terza parte, attraverso interviste e testimonianze, raccoglie i ricordi, le impressioni, i fatti quotidiani, della vita scolastica della prima metà del Novecento.
La quarta sezione elenca i nomi dei maestri delle scuole elementari di Villachiara, Villagana, Bompensiero, a partire dagli anni Trenta. Tali nominativi sono stati desunti dai registri di classe attualmente depositati presso l’archivio del Circolo Didattico di Borgo San Giacomo.
Infine sono riportati alcuni dati statistici sugli alunni frequentanti le scuole elementari di Villachiara: il numero degli alunni iscritti nelle classi, il numero di quelli promossi e respinti.
Il libro è altresì corredato da una sessantina di fotografie d’epoca, relative per lo più a scolaresche, gentilmente concesse al Comune da famiglie e da singoli cittadini di Villachiara, cui va il nostro più sentito ringraziamento.
Tanti sono stati coloro che nei mesi scorsi ci hanno aiutato e sostenuto in questa ricerca a più mani. Il nostro grazie più sincero va in modo particolare all’Amministrazione Comunale di Villachiara, nella persona del sindaco Elvio Bertoletti, e al Circolo Didattico di Borgo San Giacomo, per la collaborazione offerta, per la disponibilità di accesso agli archivi e alle fonti storiche, per l’incoraggiamento ed il sostegno a realizzare questa “memoria” storica di un “luogo” assai importante e caro per la vita di tutti i villaclarensi.
Il libro lo vorremmo dedicare a tutti gli insegnanti ed agli alunni che, nel corso delle varie generazioni, sui banchi di queste scuole hanno vissuto, nonostante le difficoltà incontrate, momenti intensi di vita felice e spensierata, dove hanno insieme trasmesso ed appreso le nozioni basilari della conoscenza e del sapere, realizzando anche nel nostro piccolo paese, ciascuno con le proprie competenze, una vera “comunità educante” che, nel trascorrere del tempo, ha saputo sempre più farsi apprezzare ed amare.
Paolo Zanoni
Silvio Lamponi
Giuseppe Riccardi