Benvenuto sul sito della Compagnia della Stampa
Free Call +39 030 7090600
A cura di: Giorgio Azzoni

Omaggio a Franca Ghitti

aperto_art on the border_laboratori e percorsi d’arte

30.00

Categoria:
Presentazione: Simona Ferrarini
Prefazione: Sergio Cotti Piccinelli
Introduzione: Giorgio Azzoni
Formato: 170x240x17 mm - pp. 224 - illustrato b/n - copertina con alette lunghe con plastificazione opaca
Edizione: 2014
ISBN: 978-88-8486-609-7
Product ID: 2930

Descrizione

Scritti di Maria Luisa Ardizzone, Giorgio Azzoni, Alessandro Carrera, Maria Antonietta Crippa, Fausto Lorenzi, Virtus Zallot

Omaggio a Franca Ghitti è il riconoscimento a un’artista che ha saputo interpretare, in modo critico e profondo, i valori culturali di un territorio quali forme di un autentico abitare, rielaborandoli e restituendoli come patrimonio universale.
Affrontando l’esperienza artistica come ricerca antropologica, Ghitti ha ricostruito un alfabeto nato dalle forme del tempo e in dialogo con la modernità, composto da segni e strutture evocative di ritmi esistenziali e ordini comunitari.
Tornando nella terra d’origine, nel 2010 ha inaugurato la prima edizione di aperto_art on the border, manifestazione pluriennale di arte pubblica contemporanea del Distretto Culturale di Valle Camonica in cui gli artisti sono invitati, in residenza, a creare opere d’arte context-specific, in colloquio con la cultura e la storia, con l’ambiente e le sue dinamiche, con l’uomo e il suo statuto poetico.
Nell’ambito di aperto_Ghitti ha esposto nel borgo di Erbanno e realizzato, nel castello di Breno, la grande mostra Cancelli d’Europa; è stata inoltre riferimento per il workshop di giovani artisti e studenti di Accademie di Belle Arti, che hanno raccolto e rielaborato materiali audio, foto e video esposti in aperto_LAB, spazio dedicato ai linguaggi multimediali dove i saperi dell’operare artigiano e del lavoro industriale sono stati posti in dialogo con il comporre artistico contemporaneo.
Il volume, riccamente illustrato, contiene saggi critici e testimonianze sull’opera di Ghitti e sui laboratori d’arte.