Benvenuto sul sito della Compagnia della Stampa
Free Call +39 030 7090600
Giuseppe Fusari

La decorazione della Parrocchiale di BIENNO

1621-1646

Un programma figurativo
tra manierismo e controriforma

25.00

Categoria:
Collana: Monumenta Brixiensia - nr. 13
Prefazione: Don Aldo Mariotti
Introduzione: L'Autore
Formato: 210x268x19 mm - pp. 176 - illustrato colori - copertina rigida cartonata plastificazione opaca
Edizione: 2005
ISBN: 88-8486-187-X
Product ID: 2086

Descrizione

Questo volume, scritto con competenza e passione da Giuseppe Fusari, non è solamente uno studio rigoroso di storia dell’arte biennese, come sembrerebbe alludere il titolo, ma piuttosto un illuminante viaggio nella situazione storico-artistica bresciana tout court del periodo compreso tra il Cinquecento e il Seicento.
Lo studio si articola in due parti fondamentali: nella prima l’autore cerca di delineare un panorama della situazione storico-artistica del Bresciano tra Sedicesimo e Diciassettesimo secolo mettendo in evidenza la presa di coscienza del nuovo ruolo rivestito dalla Chiesa all’indomani del Concilio di Trento nei confronti della società e dell’arte.
In questa parte analizza compiutamente il trapasso della pittura bresciana dalla maniera morettesca ad un nuovo linguaggio afferente a realtà culturali differenti, come la cultura veneta, quella milanese e quella cremonese-cremasca e dedicandosi, infine, al ruolo rivestito dai Fiamminghini nel Bresciano. Costruisce così una ricca introduzione alla seconda parte dedicata tutta alla lunga disamina sulla parrocchiale di Bienno per la quale è stato necessario tracciare le coordinate storiche e artistiche, cercando di rintracciare i fili conduttori della committenza e gli elementi ispiratori del complesso ciclo figurativo.