Benvenuto sul sito della Compagnia della Stampa
Free Call +39 030 7090600
Vittorio Nichilo
A cura di: Francesca Bossini

Il Carmine di Brescia

Il fascino mutevole di un quartiere unico

20.00

Categorie: ,
Prefazione: Giovanni Platto
Formato: 210x297x9 mm - pp. 112 - illustrato colori - copertina con alette lunghe plastificazione opaca
Edizione: 2014
ISBN: 978-88-8486-588-5
Product ID: 2995

Descrizione

Abbiamo scelto di rivolgere il nostro sguardo alla storia e alla vita sociale dei bresciani di città e di provincia, esprimendo una particolare attenzione a quegli aspetti di vita e di arte che crediamo sconosciuti ai più.
Quest’anno il libro riguarda un luogo molto vicino, basta attraversare Largo Formentone per raggiungerlo. Il Carmine, “El Carmen” per noi bresciani, luogo certamente più sofferto, ma non per questo meno amato dai suoi carmelitani e dalla città, emblematico per quell’insieme di quotidianità fatta di miseria e di ricchezze sconosciute e nascoste, di fulgenti esempi di altruismo, di prediletti luoghi sacri di devozione, mescolati nel vivere quotidiano ai commerci, ai furti, agli illeciti, alle bravate e anche all’amor profano.
“Contrada della gente”, come ben dice il libro, con i suoi amori, le sue ribellioni, le sue passioni politiche spesso gestite con spregio per gli ordini che vengono dalle autorità precostituite. Quartiere ove le acque del Bova e del Celato e del Dragone scorrono nascoste e inarrestabili nel sottosuolo e danno la forma alle vie di superficie.
Luogo di artigiani, pittori, mestieranti, artisti, fannulloni e casalinghe sempre pronti ad esprimere i lori estri e i loro affanni e tormenti, ma anche pronti all’accoglienza dei “nuovi carmelitani”, e perfino disposti ad accettare anche il mutare d’identità etnica del loro quartiere.
El Carmen, terra di perenni rinnovamenti, che sa distinguersi anche nelle proposte culturali, che si alimentano anche dalla presenza sempre più consolidata dell’Università nei vecchi luoghi del sapere religioso e nei palazzi padronali diventati pubblici.