Benvenuto sul sito della Compagnia della Stampa
Free Call +39 030 7090600

Biblioteca Mediateca della Bassa Bresciana – 1°

I edizione

13.00

Categoria:
Presentazione: Don Antonio Fappani
Prefazione: Lanfranco Salvadego
Introduzione: Gian Mario Andrico
Premessa: Giuseppe Andrico
Contributi: Associazione “Amici del Castello di Padernello” - Fondazione Civiltà Bresciana
Formato: 165x240x18 mm - pp. 296 - copertina su cartoncino Dalì
Edizione: 1998
ISBN: 88 8486 130 6
Product ID: 1670

Descrizione

Quale maggior titolo di civiltà può essere meritata di quello di un gruppo di giovani uomini e donne come quello degli “Amici del Castello di Padernello” che si mettono assieme, difendendo con i denti un pezzo di bellisssimo territorio, con un castello suggestivo, nella sua consueta integralità, arrestandone il degrado, restaurando con assoluto gusto “antiquario” un’osteria in sfascio, e trasformando questo in un centro vivo di cultura e di attività, realizzando video documentari che per tecnica (dei contenuti non parliamo) fanno sfigurare la RAI-TV; provocando incontri e dibattiti, e sostenendo ogni iniziativa di cultura locale…?
La necessità, impellente, di raccogliere ogni brandello superstite, il desiderio di riempire (nell’unico modo possibile ormai) i vuoti provocati, e la speranza di riuscire a bilanciare lo sciopero in atto di costumanze, ambiti, situazioni, atmosfere: ecco il perché di una Biblioteca Storiografica. Nella raccolta di libri si ripone il rimedio!
Nella memoria infilata sugli scaffali ordinati, nella testimonianza catalogata, accatastata, si cerca la terapia idonea e contraria alla distruzione del tutto.
Il primo problema fu quello di identificare la zona di raccolta dei documenti e definire il Territorio Bassa.
Successivamente si prendevano contatti con i Comuni, le Associazioni e le Istituzioni culturali della zona comunicando le nostre intenzioni o richieste. Si chiedeva la disponibilità a voler inviare ricerche, libri e pubblicazioni di carattere locale.
Abbiamo altresì interpellato gli autori o scittori che nella Bassa vivono e lavorano, ottenendo una copia di tutti i libri da loro pubblicati.
Il tutto in stretta collaborazione con la Fondazione Civiltà Bresciana che, grazie all’amicizia che ci lega a don Antonio Fappani, ha voluto appogiare questa idea.
In poco meno di due anni di lavoro e raccolta siamo riusciti a catalogare oltre 2500 libri e circa 15.000 segnalazioni storiografiche mirate al territorio oggetto della raccolta.
Ma il nostro impegno continua. Vogliamo dire che la Biblioteca crescerà ancora perché vedrà l’arrivo di volumi di nuova edizione.
Complesso e, crediamo, razionale il sistema di catalogazione dei libri. Infatti non si tratta soltanto di una pura elencazione di titoli, ma la dettagliata fornitura di notizie storiche riguardanti i vari paesi della zona spulciate dall’attenta lettura dei testi.